Francesco da Milano descritto da uno spettatore

A coloro che leggono il francese segnalo Pontus de Tyard, Solitaire second ou prose de la musique, Lyons 1555, pp. 114 – 115. L’autore vi cita l’esperienza di “Monsieur de Vintimille” (a margine della p. 114 identificato come “Jacques des côtes de Vintimille”), spettatore di una esibizione di Francesco da Milano durante un banchetto.

Pontus de Tyard, "Solitaire second ou prose de la musique", p. 114

Pontus de Tyard, "Solitaire second ou prose de la musique", p. 115Il racconto, che riguarda un evento verificatosi parecchi anni prima (il liutista Francesco Canova è morto infatti nel 1543), colpisce per la capacità dell’interprete di trasportare i suoi ascoltatori in uno stato di “graziosa malinconia”, “come se l’anima […] si fosse ritirata ai bordi delle orecchie per godere più comodamente di una sinfonia così splendida”.

La posizione così ben descritta degli ascoltatori rapiti ai propri sensi dall’esecuzione di Francesco Canova rimanda inevitabilmente al frontespizio del volume di musica dello stesso Francesco (“Intabolatura di liuto de diversi, etc.”), pubblicata a Venezia dall’editore Francesco Marcolini nel 1536.

 

Marco da L’Aquila – Opera Omnia online curata da Arthur Ness

Come ricorderete, l’edizione delle opere di Marco da L’Aquila ha subito percorsi piuttosto complessi, sicuramente segnati anche dal tragico terremoto del 2009.
Il grande musicologo Arthur Ness, cui tutti dobbiamo la fondamentale edizione critica delle opere di Francesco Canova da Milano, aveva curato e pubblicato online la sua edizione delle opere di Marco da L’Aquila, ma il suo sito personale era stato successivamente rimosso, per ragioni credo molto banali, dal suo provider Verizon.
Qualche giorno fa la domanda di un liutista mi ha ricordato che il web nella sua totalità (incredibile, vero?) viene sistematicamente archiviato da Web Archive e che dunque, con un poco di fortuna, forse avrei potuto raggiungere anche le opere di Marco da L’Aquila nell’edizione online di Ness.

Ebbene, effettivamente nel settembre 2014 il sito di Arthur Ness era ancora disponibile ed è stato effettivamente archiviato.

L’edizione di Ness delle opere di Marco da L’Aquila è dunque disponibile a QUESTO INDIRIZZO (anche se forse non per sempre…)