Ancora a proposito di Joachim Tielke…

1696Uno dei primi posts su questo mio diario in rete riguardava il mio incontro col liutaio tedesco Hendrik Hasenfuss per definire e concludere alcuni dettagli estetici riguardanti il liuto a 11 cori che gli avevo ordinato nell’agosto del 2006. Eh sì, ci vogliono minimo diciotto mesi!
Come tanti liutisti sono molto curioso di vedere gli strumenti originali cui i liutai si ispirano, spesso con insana passione, così ho cominciato una ricerca in rete per trovare le fotografie dell’originale che Joachim Tielke aveva prodotto ad Amburgo nel 1696.
Niente da fare! Il Museo Nazionale Germanico di Norimberga che lo custodisce non è certo generoso in documentazioni fotografiche quanto la Cité de la Musique di Parigi…
Alla fine mi sono deciso a disturbare il Prof. Friedemann Hellwig che ha pubblicato l’ottimo sito dedicato a Tielke e ho immediatamente ottenuto le belle foto che vedete.
In Germania questo modello è molto noto e riprodotto, mentre mi sembra di capire che non abbia la stessa fortuna al di fuori dei paesi di lingua tedesca.
Il Prof. Friedemann, dopo una vita passata passata insegnando Restauro e Conservazione dei Manufatti in Legno alla Fachhochschule di Colonia, ha deciso di aggiornare l’immenso lavoro che suo padre, il liutaio Günther Hellwig, aveva pubblicato nel 1980 e interamente dedicato alla splendida produzione del laboratorio di Joachim Tielke.
Il nuovo testo di riferimento dovrebbe uscire nel 2011.

In chiusura solo una breve osservazione: quando ho pubblicato quel famoso post iniziale uno dei lettori mi ha scritto mettendomi in guardia che alcune delle caratteristiche estetiche discusse non eranno ovviamente originali.
Non che sia così importante, anzi. Tuttavia possiamo osservare la foto (non così diffusa come dovrebbe) e fare le dovute riflessioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *