Bicinia

E’ evidente che immergersi nella cultura di un determinato periodo storico implica la coscienza (e la conoscenza) di ciò che caratterizzava la formazione in quel determinato periodo, e il Rinascimento non fa eccezione.
Nei lontani anni in cui ho studiato il canto gregoriano mi è diventato molto chiaro che praticare il repertorio gregoriano significava essere presente a un intero mondo, a un’intera cultura.

Per questo motivo segnalo volentieri un sito davvero interessante, completamente dedicato ai bicinia ovverosia alle composizioni a due voci, nello specifico pubblicate nel periodo che va dal 1521 (Eustachio Romano) al 1744 (Angelo Michele Bertalotti).

Bellissimo, davvero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *